Magari qualcuno che ha letto qualche articolo di questo blog ha fatto caso pure alle date e ha visto che finora è stato scritto tutto praticamente oggi. Il punto è che pensavo da tempo di fare qualcosa del genere, perciò quello che ho scritto è come se lo avessi già avuto scritto da qualche parte nella mia testa. Oltretutto penserete “Okay che non hai un lavoro, ma ce l’avrai una vita!” e, sì, avete ragione sulla vita (ce l’ho) ma non avete ragione sul lavoro. Paradossalmente non ho mai iniziato a scrivere su questo blog se non oggi, che un lavoro in effetti ce l’ho.

Aspettate, aspettate un attimo a insultarmi o a invidiarmi: tra due giorni sarò ancora senza lo straccio di un lavoro come prima. Esatto, il mio contratto è a tempo determinato, ma non solo: dura qualcosa come 4 giorni. Esatto, è il mio primo contratto “serio” (ho lavorato con un contratto a progetto mentre studiavo) e dura 4 stupidissimi giorni, anzi 3 giorni e 2 ore. Non mi lamento, sto solo constatando l’ironia della cosa. C’è da considerare anche il fatto che ho lavorato per 2 ore a dicembre e per le restanti a gennaio, perciò la prima busta paga della mia vita sarà di circa 16 euro o qualcosa del genere. Ancora, sto solo considerando l’ironia. Si tratta comunque di una sostituzione e non avrei potuto chiedere di meglio per il momento, ma tant’è.

Annunci